shabby...

Lo stile shabby indica un mobile o un oggetto usato, recuperato e lasciato della tonalità legno oppure dipinto con tinte chiare, lasciando i segni del tempo passato...
predilige nelle sue ambientazioni tinte chiare... bianchi, crema...
ed è accogliente, vissuto, romantico...

lunedì 28 novembre 2011

favola cinese


  "Un cavallino viveva nella stalla con la madre e non era mai uscito di casa, né si era mai allontanato dal suo fianco protettivo.
Un giorno la madre gli disse: "E' ora che tu esca e che impari a fare piccole commissioni per me. Porta questo sacchetto di grano al mulino!"
Con il sacco sulla groppa, contento di rendersi utile, il puledro si mise a galoppare verso il mulino.
Ma dopo un po' incontrò sul suo cammino un fiume gonfio d'acqua che fluiva gorgogliando.
"Che cosa devo fare? Potrò attraversare?"
Si fermò incerto sulla riva.
Non sapeva a chi chiedere consiglio.
Si guardò intorno e vide un vecchio bue che brucava lì accanto.
Il cavallino si avvicinò e gli chiese:
"Zio, posso attraversare il fiume?"
"Certo, l'acqua non è profonda, mi arriva appena a ginocchio, vai tranquillo".
Il cavallino si mise a galoppare verso il fiume, ma quando stava proprio sulla riva in procinto di attraversare, uno scoiattolo gli si avvicinò saltellando e gli disse tutto agitato: "Non passare, non passare! È pericoloso, rischi di annegare!"
"Ma il fiume è così profondo?" Chiese il cavallino confuso.
"Certo, un amico ieri è annegato" raccontò lo scoiattolo con voce mesta.
Il cavallino non sapeva più a chi credere e decise di tornare a casa per chiedere consiglio alla madre.
"Sono tornato perché l'acqua è molto profonda" disse imbarazzato "non posso attraversare il fiume".
"Sei sicuro? Io penso invece che l'acqua sia poco profonda"replicò la madre.
"E' quello che mi ha detto il vecchio bue, ma lo scoiattolo insiste nel dire che il fiume è pericoloso e che ieri è annegato un suo amico".
"Allora l'acqua è profonda o poco profonda? Prova a pensarci con la tua testa".
"Veramente non ci ho pensato".
"Figlio mio, non devi ascoltare i consigli senza riflettere con la tua testa. Puoi arrivarci da solo. Il bue è grande e grosso e pensa naturalmente che il fiume sia poco profondo, mentre lo scoiattolo è così piccolo che può annegare anche in una pozzanghera e pensa che sia molto profondo".
Dopo aver ascoltato le parole della madre, il cavallino si mise a galoppare verso il fiume sicuro di sé.
Quando lo scoiattolo lo vide con le zampe ormai dentro il fiume gli gridò:
"Allora hai deciso di annegare?"
"Voglio provare ad attraversare".
E il cavallino scoprì che l'acqua del fiume non era né poco profonda come aveva detto il bue, né troppo profonda come aveva detto lo scoiattolo.



Fiaba Cinese

la morale secondo me è ascolta i consigli degli altri, fanne tesoro, ma poi ragiona sempre con la tua testa.
sempre.

venerdì 25 novembre 2011

pane caldo e fragrante appena sfornato

il profumo del pane che cuoce nel forno e poi appena sfornato...ti scalda il cuore...
ti calma, ti rasserena...

giovedì 24 novembre 2011

cupcakes alla vaniglia in famiglia

Oggi i due nanetti erano a casa malaticci,
per occupare un pò il tempoe  divertirci... insomma... insieme abbiamo fatto i cupcakes alla vaniglia e li abbiamo decorati... ecco il risultato:
ne volete una fetta?

che dire...

dall'8 novembre ad oggi sono successe molte cose, anzi una in particolare che mi ha molto colpita...
la mamma di un compagno del mio bimbo ottenne... è volata in cielo...
così da un secondo all'altro, senza preavviso, senza segnali...
ha lasciato le sue creature e via...
e allora è cominciato il turbinio... mentale e psicologico...
poi c'è stato il funerale... con le sue belle parole...
poi resta la paura, la nebbia, il dubbio.... C. era una mamma, e ha lasciato i suoi piccoli quando avevano ancora troppo bisogno di lei...
io da quella domenica sono come in tranche...
e ho mal di testa e sono così come avvolta nella nebbia...
forse invece dovremmo farci meno domande, meno problemi, vivere alla giornata cercando di dare sempre il meglio di noi stessi, ma a volte è difficile e sembra tutto troppo in salita... o troppo precario... e perdi l'equilibrio...

un'amica m'ha postato questa, ve la posto... può far bene...:

"Se conoscessi il mistero
Immenso dove ora vivo,
questi orizzonti senza fine,
questa luce che tutto investe
... e tutto penetra,
... non piangeresti, se mi ami!
Sono ormai assorbito
Nell’incanto di Dio
Nella sua sconfinata bellezza.
Le cose di un tempo
Sono così piccole al confronto!
Mi è rimasto l’amore di te,
una tenerezza dilatata nel tempo
che tu neppure immagini.
Vivo in una gioia purissima.
Nelle angustie del tempo
Pensa a questa casa
Ove un giorno
Saremo riuniti oltre la morte,
dissetati alla Fonte inestinguibile
della gioia e dell’Amore infinito.
Non piangere, se veramente mi ami!
S. Agostino""
 
e io aggiungo questa:
“Certi amici compaiono nella vita di ciascuno di noi, e se ne allontanano appena l'hanno attraversata. Diventano dei veri amici, e condividono la nostra esistenza per un istante, lasciandosi dietro delle magnifiche impronte nella sabbia." (Bambaren)
 

martedì 8 novembre 2011

torta di nocciole

Visto che piove piove ed ancora piove...
metto una fotina della mia ultima creazione...
la torta di nocciole... per addolcire un pò la giornata...


ingredienti:
200 gr. nocciole tostate e tritate
180 gr zucchero
100 gr. farina
100 gr. fecola
1 bustina di lievito
2 uova
100 gr. burro
50 ml. olio
50 ml. latte
1 pz sale
gocce di cioccolato q.b.
cioccolato sciolto per la copertura
sbattere benissimo le uova intere con lo zucchero, aggiungere, burro, olio, latte, sale, farina, nocciole, lievito e gocce di cioccolato. Imburrare ed infarinare una tortiera, la mia è da 26 cm. di diametro, e infornare in forno precedentemente scaldato a 180° per cica 30-35 minuti.
Quando la torta sarà cotta e raffreddata, sformatela rovesciata su un piatto da portata, a parte sciogliete del cioccolato (io uso quello delle uova di pasqua) e ricoprite la torta... decorate a piacere sopra con granella di zucchero, granella di nocciole ecc..
E' una torta molto delicata e buona!


lunedì 7 novembre 2011

alluvione... 4 novembre 2011

Ecco che, in un giorno di pioggia intensa, di allerta meteo, i fiumi si gonfiano e e le strade si trasformano in fiumi... acqua e fango si impossessano della città, dei suoi negozi, delle sue auto delle sue vite...
6 persone morte, 2 bimbe, due figlie che potevano essere di ciascuno di noi, delle donne che potevano essere ciascuna di noi...
io mi sono ritrovata impreparata ad affrontare questa emergenza e a sentire certe persone politicizzate sarei un'ipocrita io a cercare il colpevole???
O sono ipocriti loro a dir così?Loro che per primi scagliano la pietra ontro una sola persona, sempre, in qualsiasi occasione... ma vanno a senso unico... siccome questa volta non possiamo dar la colpa a lui... allora ecco che è meglio evitare le polemiche o cercare un capro espiatorio...
voglio vedere se il sindaco fosse stato dell'altro colore politico se non avessero fatto strumentalizzazioni o sterile polemica... mi viene voglia di gridare la mia rabbia... la mia tristezza,
ma lo faccio da qui...
dal mio blog che è casa mia...
perchè so che per chi è politicamente schierato è difficile essere oggettivo... purtroppo.

giovedì 3 novembre 2011

week-end d'autunno

I colori che ci ragala l'autunno sono stupendi...
l'azzurro del cielo limpido e terso...
il giallo, l'ocra, l'arancione delle chiome degli alberi...
il verde dell'erba che si riscalda col tiepido sole...
il bianco della prima neve, candida e vellutata...

una stagione stupenda per i colori e le magie che ci sa dare.