shabby...

Lo stile shabby indica un mobile o un oggetto usato, recuperato e lasciato della tonalità legno oppure dipinto con tinte chiare, lasciando i segni del tempo passato...
predilige nelle sue ambientazioni tinte chiare... bianchi, crema...
ed è accogliente, vissuto, romantico...

giovedì 29 settembre 2011

guardandosi intorno...

oggi ho fatto una "passeggiata" in centro...
diciamo che il centro di Genova è abbastanza interessante da vivere a piedi...
ho camminato per 3,4 km (li ho calcolati con google maps ;-) ) e il bello è che ogni angolo te la fa scoprire diversa...
ho fatto via Fieschi che è una via architettonicamente parlando estroversa... a sinistra scendendo c'è il centro direzionale anni '80 con grattacieli (se così si possono definire data l'altezza esigua)... mentre a destra ci sono arroccate case dalle più svariate forme, colori ed epoche... poi sono scesa dalla galleria Bixio e mi sono ritrovata nella Genova del "fascio" costruzioni stile littorio, liceo classico Andrea D'Oria, giardini con le immancabili caravelle di fiori guardano Piazza della Vittoria... e via per Viale Brigate Partigiane che lavori infiniti rendono illeggibile ma sullo sfondo, verso il mare, imponenti grattacieli, a passo leggero, oscurano per un attimo l'orizzonte...
poi sono risalita da Via XX settembre, con i suoi negozi, i suoi turisti,
con i suoi genovesi che vanno al Mercato Orientale, dove banchetti di frutta, verdura, pesce, carne fanno bella mostra e molta gola...
poco più avanti un profumo di pasticceria ci porta nel mondo della torta più tipica  e buona di Genova...
mille volte incontri il profumo della focaccia, dai ragazzini che chiacchierano che hanno la loro fetta di focaccia in mano, le signore... i gentiluomini agghindati... la focaccia è l'universale amore culinario di chi viene a Genova...
poi sono risalita da Galleria Mazzini, con i suoi banchetti del mercato dell'antiquariato... o dei libri... coi suoi marmi lucidi e la sua copertura in ferro e vetro...
e via su da piazza Corvetto e poi da Via Assarotti, dove i paazzi sono più alti alla base e meno alti alla cima per sottolineare maggiormente la prospettiva della via in salita, e dove, se ti volti verso il mare, lo vedi... e vedi per un'attimo quell'orizzonte infinito che solo il mare può dare...

"Genova...un grande fiore posato sulla terra con i petali formati dalle mura e dalle porte, che prende vita dal mare e si adagia, aprendosi sempre di più, sulle colline. E il calice di questo fiore è la città vecchia, ancora attiva come lo era ai tempi dei tempi..."  George Byron 1822

Nessun commento:

Posta un commento