shabby...

Lo stile shabby indica un mobile o un oggetto usato, recuperato e lasciato della tonalità legno oppure dipinto con tinte chiare, lasciando i segni del tempo passato...
predilige nelle sue ambientazioni tinte chiare... bianchi, crema...
ed è accogliente, vissuto, romantico...

lunedì 28 febbraio 2011

il grigio del cielo...

oggi il cielo è grigio, un grigio chiaro... che fa capire che sopra alle nuvole... lontano da noi, c'è il sole...
ed è strano come il grigio chiaro crei delle luci stupende dentro casa...
è come se un fotografo avesse quasi annullato le ombre, nulla ha ombre definite, nette...
non c'è il netto confronto zone soleggiate zone in ombra...
ci sono solo sfumature...
mi sembra strano quanto il grigio che adombra il mio umore,
regali invece una strana luminosità alla casa...
stavo guardando la stanza ed è di un colore calmo, pacato... che in teoria (impegni di lavoro e di famiglia a parte) rilassa quasi...

Le Nuvole - F. De Andrè

Le Nuvole
Vanno
vengono
ogni tanto si fermano
e quando si fermano
sono nere come il corvo
sembra che ti guardano con malocchio

Certe volte sono bianche
e corrono
e prendono la forma dell’airone
o della pecora
o di qualche altra bestia
ma questo lo vedono meglio i bambini
che giocano a corrergli dietro per tanti metri

Certe volte ti avvisano con rumore
prima di arrivare
e la terra si trema
e gli animali si stanno zitti
certe volte ti avvisano con rumore

Vanno
vengono
ritornano
e magari si fermano tanti giorni
che non vedi più il sole e le stelle
e ti sembra di non conoscere più
il posto dove stai

Vanno
vengono
per una vera
mille sono finte
e si mettono li tra noi e il cielo
per lasciarci soltanto una voglia di pioggia.


 

sabato 26 febbraio 2011

da "La bambina che scriveva sulla sabbia"

dal libro di Greg Mortenson...
"...una fotografia raffigurante una pecora che brucava su un pendio con una morbida giacca imbottita di piumino legata sopra la shiena. Evidentemente agli sfollati serviva il materiale per costruire i ripari per il bestiame, affinchè gli animali non morissero. Dal momento che nessuno aveva chiesto loro di cosa avessero bisogno, si arrangiavano alla bell'e meglio."


Spesso aiutare chi è ha bisogno non è donare ciò che noi pensiamo sia meglio, ma chiedere cosa nell'elenco delle sue priorità sia necessario. Per essere la goccia che fa la differenza.

domenica 20 febbraio 2011

Ricette e non solo...

per chi ama cucinare, creare, curiosare... c'è un bellissimo sito che dovete guardare:
http://www.ilcortiledellematte.com/
Che ha tutto un ricettario fatto da noi utenti..
http://ricetteincortile.blogspot.com/
ed ha anche un gran bel forum su cui chiacchierare in allegra compagnia:
http://www.ilcortiledellematte.forumup.it/

sabato 19 febbraio 2011

Buongiorno...
ieri era la giornata "M'illumino di meno", dove la parola d'ordine era risparmio energetico, riproponiamola ogni giorno...
Tutti i giorni semplici accortezze possono farci risparmiare molto, non solo in termini monetari ma in termini di salute del paese... quindi spegniamo le luci che non servono, spegniamo il televisore dall'interruttore, teniamo il frigorifero al minimo, utilizziamo gli elettrodomestici con il programma risparmio... e, ove possbile, sostituiamo gli elettrodomestici vecchi con altri a basso consumo ed in alte classi di efficienza energetica.

venerdì 18 febbraio 2011

il mondo che ci circonda

ha bisogno di consapevolezza, di rispetto, di educazione...
troppo spesso queste basi elementari ci sfuggono...
ci vogliono regole, limiti e tanta consapevolezza per cercare di dare ai nostri figli qualcosa di più che solo oggetti materiali.
Dobbiamo insegnargli che si deve lavorare sodo per ottenere qualcosa, che si deve studiare molto, che lo studio per quanto possa non essere troppo riconosciuto è la base del futuro.
C'è troppa superficialità intorno a  noi e la cosa mi spaventa, ma forse è il consumismo, il nostro modo frenetico di affrontare le giornate, i problemi, le difficoltà che creano una sorta di falsariga su cui si viaggia e da cui non si riesce più a ricondursi sulla vera strada.
Oggi sono riflessiva ;-)

mercoledì 16 febbraio 2011

citazioni

Non perdere tempo a discutere con gli sciocchi e i chiaccheroni: la parola ce l’hanno tutti, il buon senso solo pochi. (Catone)

mie considerazioni sull'architettura degli interni, sulla casa...

La casa è una struttura che si arricchisce di particolari e di storia... sempre...
certo bisogna saperla "creare"...
ci sono colori, tendenze, situazioni...
1. il concetto base dal mio punto di vista è che la struttura muraria sia funzionale.
2.che non sia "sovraccaricata"... e con ciò non intendo che non ci debbano essere oggetti o mobili, ma che siano disposti con equilibrio e che non "soffochino" l'ambiente...
3. i colori devono essere un'armonia di note lievi e forti... il bianco va benissimo per chi ama la semplicità e il rigore... ma chi ama il classico allora dovrà viaggiare e liberare la mente alla ricerca di colori tenui ma importanti che rendano raffinato, caldo e "studiato" l'ambiente... poi chi ha fantasia e modernità potrà divertirsi con colori forti, colori accesi, tonalità sgargianti, che affiancate a pochi pezzi d'arredo di estremo design affiancati o pezzi d'antiquariato creeranno un vero "museo" quotidiano fatto di vita vera.
4.l'illuminazione deve farla da padrone con luci ad hoc... non che l'ultima cosa che si sceglie è il tipo di lampadario.

martedì 15 febbraio 2011

Architettura...

Amate l’architettura perché siete italiani,
o perché siete in Italia.
L’Italia l’han fatta metà Iddio e metà gli Architetti.
Iddio ha fatto pianure, colli, acque e cieli.
Ma i profili di cupole facciate cuspidi e torri e case, di quei colli e di quei piani, contro quei cieli, le case sulle rive che fanno leggiadre le acqu...e dei laghi e de fiumi e dei golfi in scenari famosi
son cose create dagli Architetti.
A Venezia poi, Dio ha fatto solo acque e cielo, e senza intenzioni, e gli Architetti han fatto tutto” (Gio Ponti, Amate l’Architettura, 1957)

libri interessanti

Ho letto un libro che è "illuminante" si intitola "tre tazze di tè"di Greg Mortenson e ora sto leggendo il continuo: "La bambina che scriveva sulla sabbia"
E' il racconto del suo impegno per portare l'istruzione ai bimbi di zone remote del Pakistan...
è un libro che aiuta a capire come anche un uomo solo può cambiare la storia!

Tratto dal libro "La bambina che scriveva sulla sabbia"... ecco cosa vuol dire educare una bambina:
"...c'è la storia di xxxx, cresciuta nella valle dell'Hunza, non lontano dal punto in cui la strada del Karakorum valica il confine con la Cina. Dopo essersi diplomata alla scuola superiore statale di Gulmit nel 1997 e aver completato un corso di due anni in ostetricia grazie a una borsa di studio del Central Asian Institute, ha voluto far ritorno alla sua terra e mettere le sue doti al servizio della comunità, dove ogni anno morivanodi parto fino a  20 donne. Dal 2000 anno del suo ritorno non si è più registrato nemmeno un singolo caso di morte per parto."
L'educazione dei bambini e soprattutto delle bambine è fondamentale per quelle realtà!!!!