shabby...

Lo stile shabby indica un mobile o un oggetto usato, recuperato e lasciato della tonalità legno oppure dipinto con tinte chiare, lasciando i segni del tempo passato...
predilige nelle sue ambientazioni tinte chiare... bianchi, crema...
ed è accogliente, vissuto, romantico...

domenica 25 dicembre 2011

lunedì 19 dicembre 2011

Architetture di Natale...

diciamo che anche quest'anno avrei dovuto fare un bel giretto a Bolzano e dintorni ma... un malanno di uno dei nani ci ha lasciato a casa...
però se ripenso al clima natalizio non posso non pensare alle meravigliose decorazioni e  al clima che si trova in Alto Adige...
certo i mercatini sono un business a tema natalizio però...
il contorno è molto bello, i profumi, i colori, i sapori...
metto due foto giusto per rifare un tour virtuale in quelle bellissime località...

domenica 18 dicembre 2011

colori della natura

 Le foto di un'alba di qualche giorno fa...
che colori stupendi, che sfumature,
nonostante la fretta, gli impegni...
non ho potuto evitare di fermarmi a  fotografare questa meravigliosa tela naturale con le sue tinte incredibili...

sabato 10 dicembre 2011

qualche biscotto natalizio....

oggi con i bimbi, abbiamo iniziato la produzione di biscotti di Natale...
certo la cucina dopo i lavori lascia un pò a  desiderare ma i bimbi si divertono un mondo...
poi li mettiamo in piccole confezioni e le regaliamo,
non so se è gradito come pensiero, ma spero di sì...
sono fatti col cuore, sono genuini e confezionati ad ok...
fanno la loro bella figura...

martedì 6 dicembre 2011

e si avvicina Natale...

luci e vetrine addobbate,

i bimbi raggianti, entusiasti, elettrizzati...
profumo di biscotti nel forno...
cannella e zenzero nell'aria...

e poi l'albero...
con la sua magia,
con le sue luci, con i suoi addobbi che racchiudono una storia... la storia della MIA famiglia...
ogni pallina ha un suo perchè, un suo quando, un suo dove...
e negli anni l'albero si arricchisce di amore e di storia...




com'è bello il Natale...

lunedì 28 novembre 2011

favola cinese


  "Un cavallino viveva nella stalla con la madre e non era mai uscito di casa, né si era mai allontanato dal suo fianco protettivo.
Un giorno la madre gli disse: "E' ora che tu esca e che impari a fare piccole commissioni per me. Porta questo sacchetto di grano al mulino!"
Con il sacco sulla groppa, contento di rendersi utile, il puledro si mise a galoppare verso il mulino.
Ma dopo un po' incontrò sul suo cammino un fiume gonfio d'acqua che fluiva gorgogliando.
"Che cosa devo fare? Potrò attraversare?"
Si fermò incerto sulla riva.
Non sapeva a chi chiedere consiglio.
Si guardò intorno e vide un vecchio bue che brucava lì accanto.
Il cavallino si avvicinò e gli chiese:
"Zio, posso attraversare il fiume?"
"Certo, l'acqua non è profonda, mi arriva appena a ginocchio, vai tranquillo".
Il cavallino si mise a galoppare verso il fiume, ma quando stava proprio sulla riva in procinto di attraversare, uno scoiattolo gli si avvicinò saltellando e gli disse tutto agitato: "Non passare, non passare! È pericoloso, rischi di annegare!"
"Ma il fiume è così profondo?" Chiese il cavallino confuso.
"Certo, un amico ieri è annegato" raccontò lo scoiattolo con voce mesta.
Il cavallino non sapeva più a chi credere e decise di tornare a casa per chiedere consiglio alla madre.
"Sono tornato perché l'acqua è molto profonda" disse imbarazzato "non posso attraversare il fiume".
"Sei sicuro? Io penso invece che l'acqua sia poco profonda"replicò la madre.
"E' quello che mi ha detto il vecchio bue, ma lo scoiattolo insiste nel dire che il fiume è pericoloso e che ieri è annegato un suo amico".
"Allora l'acqua è profonda o poco profonda? Prova a pensarci con la tua testa".
"Veramente non ci ho pensato".
"Figlio mio, non devi ascoltare i consigli senza riflettere con la tua testa. Puoi arrivarci da solo. Il bue è grande e grosso e pensa naturalmente che il fiume sia poco profondo, mentre lo scoiattolo è così piccolo che può annegare anche in una pozzanghera e pensa che sia molto profondo".
Dopo aver ascoltato le parole della madre, il cavallino si mise a galoppare verso il fiume sicuro di sé.
Quando lo scoiattolo lo vide con le zampe ormai dentro il fiume gli gridò:
"Allora hai deciso di annegare?"
"Voglio provare ad attraversare".
E il cavallino scoprì che l'acqua del fiume non era né poco profonda come aveva detto il bue, né troppo profonda come aveva detto lo scoiattolo.



Fiaba Cinese

la morale secondo me è ascolta i consigli degli altri, fanne tesoro, ma poi ragiona sempre con la tua testa.
sempre.

venerdì 25 novembre 2011

pane caldo e fragrante appena sfornato

il profumo del pane che cuoce nel forno e poi appena sfornato...ti scalda il cuore...
ti calma, ti rasserena...

giovedì 24 novembre 2011

cupcakes alla vaniglia in famiglia

Oggi i due nanetti erano a casa malaticci,
per occupare un pò il tempoe  divertirci... insomma... insieme abbiamo fatto i cupcakes alla vaniglia e li abbiamo decorati... ecco il risultato:
ne volete una fetta?

che dire...

dall'8 novembre ad oggi sono successe molte cose, anzi una in particolare che mi ha molto colpita...
la mamma di un compagno del mio bimbo ottenne... è volata in cielo...
così da un secondo all'altro, senza preavviso, senza segnali...
ha lasciato le sue creature e via...
e allora è cominciato il turbinio... mentale e psicologico...
poi c'è stato il funerale... con le sue belle parole...
poi resta la paura, la nebbia, il dubbio.... C. era una mamma, e ha lasciato i suoi piccoli quando avevano ancora troppo bisogno di lei...
io da quella domenica sono come in tranche...
e ho mal di testa e sono così come avvolta nella nebbia...
forse invece dovremmo farci meno domande, meno problemi, vivere alla giornata cercando di dare sempre il meglio di noi stessi, ma a volte è difficile e sembra tutto troppo in salita... o troppo precario... e perdi l'equilibrio...

un'amica m'ha postato questa, ve la posto... può far bene...:

"Se conoscessi il mistero
Immenso dove ora vivo,
questi orizzonti senza fine,
questa luce che tutto investe
... e tutto penetra,
... non piangeresti, se mi ami!
Sono ormai assorbito
Nell’incanto di Dio
Nella sua sconfinata bellezza.
Le cose di un tempo
Sono così piccole al confronto!
Mi è rimasto l’amore di te,
una tenerezza dilatata nel tempo
che tu neppure immagini.
Vivo in una gioia purissima.
Nelle angustie del tempo
Pensa a questa casa
Ove un giorno
Saremo riuniti oltre la morte,
dissetati alla Fonte inestinguibile
della gioia e dell’Amore infinito.
Non piangere, se veramente mi ami!
S. Agostino""
 
e io aggiungo questa:
“Certi amici compaiono nella vita di ciascuno di noi, e se ne allontanano appena l'hanno attraversata. Diventano dei veri amici, e condividono la nostra esistenza per un istante, lasciandosi dietro delle magnifiche impronte nella sabbia." (Bambaren)
 

martedì 8 novembre 2011

torta di nocciole

Visto che piove piove ed ancora piove...
metto una fotina della mia ultima creazione...
la torta di nocciole... per addolcire un pò la giornata...


ingredienti:
200 gr. nocciole tostate e tritate
180 gr zucchero
100 gr. farina
100 gr. fecola
1 bustina di lievito
2 uova
100 gr. burro
50 ml. olio
50 ml. latte
1 pz sale
gocce di cioccolato q.b.
cioccolato sciolto per la copertura
sbattere benissimo le uova intere con lo zucchero, aggiungere, burro, olio, latte, sale, farina, nocciole, lievito e gocce di cioccolato. Imburrare ed infarinare una tortiera, la mia è da 26 cm. di diametro, e infornare in forno precedentemente scaldato a 180° per cica 30-35 minuti.
Quando la torta sarà cotta e raffreddata, sformatela rovesciata su un piatto da portata, a parte sciogliete del cioccolato (io uso quello delle uova di pasqua) e ricoprite la torta... decorate a piacere sopra con granella di zucchero, granella di nocciole ecc..
E' una torta molto delicata e buona!


lunedì 7 novembre 2011

alluvione... 4 novembre 2011

Ecco che, in un giorno di pioggia intensa, di allerta meteo, i fiumi si gonfiano e e le strade si trasformano in fiumi... acqua e fango si impossessano della città, dei suoi negozi, delle sue auto delle sue vite...
6 persone morte, 2 bimbe, due figlie che potevano essere di ciascuno di noi, delle donne che potevano essere ciascuna di noi...
io mi sono ritrovata impreparata ad affrontare questa emergenza e a sentire certe persone politicizzate sarei un'ipocrita io a cercare il colpevole???
O sono ipocriti loro a dir così?Loro che per primi scagliano la pietra ontro una sola persona, sempre, in qualsiasi occasione... ma vanno a senso unico... siccome questa volta non possiamo dar la colpa a lui... allora ecco che è meglio evitare le polemiche o cercare un capro espiatorio...
voglio vedere se il sindaco fosse stato dell'altro colore politico se non avessero fatto strumentalizzazioni o sterile polemica... mi viene voglia di gridare la mia rabbia... la mia tristezza,
ma lo faccio da qui...
dal mio blog che è casa mia...
perchè so che per chi è politicamente schierato è difficile essere oggettivo... purtroppo.

giovedì 3 novembre 2011

week-end d'autunno

I colori che ci ragala l'autunno sono stupendi...
l'azzurro del cielo limpido e terso...
il giallo, l'ocra, l'arancione delle chiome degli alberi...
il verde dell'erba che si riscalda col tiepido sole...
il bianco della prima neve, candida e vellutata...

una stagione stupenda per i colori e le magie che ci sa dare.

venerdì 14 ottobre 2011

Buon compleanno...

a te che 8 anni fa a quest'ora aprivi gli occhi al mondo:
Io ti auguro non tutti i possibili regali.
Io ti auguro solo quello che la maggi...or parte della gente non ha:
Io ti auguro del tempo per gioire e per ridere,
e quando lo usi puoi cambiare qualcosa là fuori.
Io ti auguro del tempo per il tuo fare, per il tuo pensare,
non solo per te stesso, ma anche per regalarlo.
Io ti auguro del tempo per non avere fretta e per correre,
ma il tempo per poter essere soddisfatto.
Io ti auguro del tempo non solo così per poterlo sprecare.
Io ti auguro che ti possa restare del tempo per stupirti,
e del tempo per avere fiducia,
invece che guardare come passa il tempo nell'orologio.
Io ti auguro del tempo per poter afferrare le stelle
e tempo per crescere, cioè per maturare.
Io ti auguro del tempo per sperare di nuovo e per amare,
non ha senso rinviare questo tempo.
Io ti auguro del tempo per trovare te stesso,
ogni giorno, ogni ora per trovare la felicità.
Io ti auguro del tempo anche per perdonare gli altri.
Elli Michler


e io aggiungo:
Io ti auguro di avere tempo per "me"_♥

giovedì 13 ottobre 2011

liguria... di terra e di mare...

dal mare...




 ai monti...



Liguria
E' la Liguria una terra leggiadra.
Il sasso ardente, l'argilla pulita,
s'avvivano di pampini al sole.
E' gigante l'ulivo. A primavera
appar dovunque la mimosa effimera.
Ombra e sole s'alternano
per quelle fondi valli
che si celano al mare,
per le vie lastricate
che vanno in su, fra i campi di rose,
pozzi e terre spaccate,
costeggiando poderi e vigne chiuse.
In quell'arida terra il sole striscia
sulle pietre come un serpe.
Il mare in certi giorni
è un giardino fiorito.
reca messaggi il vento.
Venere torna a nascere
ai soffi del maestrale.
O chiese di Liguria, come navi
disposte a esser varate!
O aperti ai venti e all'onde
liguri cimiteri!
Una rosea tristezza vi colora
quando di sera, simile ad un fiore
che marcisce, la grande luce
si va sfacendo e muore.
(Vincenzo Cardarelli)

domenica 2 ottobre 2011

festa dei nonni

stasera guardando il cielo non posso fare a meno di pensare a Voi...
alla nonna M. che se n'è andata per prima, ricordo i suoi racconti sulla guerra, sulla sua vita, la sua famiglia,
lei che preparava un minestrone speciale con le verdure dell'orto, lei che stava ore a guardar fuori dalla finestra, e tu passavi sottocasa e la vedevi nell'angolo della finestra, a lei che se n'è andata quasi vent'anni fa...
al nonno A. suo marito, che ricordo sempre a lavorare,
lui era così instancabile, sempre affacendato, che sembrava burbero e invece era il più tenero degli uomini... a lui che l'ho visto piangere perchè la sua metà se n'era andata dopo 56 anni insieme... e  poi 10 anni dopo di lei ance lui ci ha lasciati...
alla nonna A. col suo carattere strano, ma che c'era sempre... e telefonare ogni giorno per dirsi le cose più stupide perchè lei era la mia nonna e io la sua "prima" nipotina... 5 anni fa l'addio...
al nonno N. che è stato con noi fino a maggio, coi suoi aerei di carta, i suoi disegni, i suoi occhi azzurri, ciao nonnino...
mi mancate... ma sono stata fortunata perchè siete stati tanto con me...
addio e buona festa dei nonni, ovunque voi siate!!!

venerdì 30 settembre 2011

'Quando sarò grande voglio essere un bambino!'

Amo lo sguardo dei bambini: uno sguardo fiducioso, curioso, innocente e indagatore. 

Li amo quando ti sfiniscono con la loro Energia

e ti martellano con i loro 'perché', convinti che tu abbia tutte le risposte.
I bambini sanno ascoltare, cercano sempre di comprendere, sono sempre pieni
di fiducia, in te, nel mondo, in se stessi, nella Natura.
I bambini non sono mai depressi, bastano pochi secondi per passare dal pianto
al riso e sanno perdonarti.
I bambini sono pieni di stupore, di meraviglia, di curiosità, di fiduciosa
aspettativa e non dubitano mai di te. 
Dovremo sempre seguire il loro esempio ed imparare da loro
('Quando sarò grande voglio essere un bambino' *Joseph Heller)

giovedì 29 settembre 2011

guardandosi intorno...

oggi ho fatto una "passeggiata" in centro...
diciamo che il centro di Genova è abbastanza interessante da vivere a piedi...
ho camminato per 3,4 km (li ho calcolati con google maps ;-) ) e il bello è che ogni angolo te la fa scoprire diversa...
ho fatto via Fieschi che è una via architettonicamente parlando estroversa... a sinistra scendendo c'è il centro direzionale anni '80 con grattacieli (se così si possono definire data l'altezza esigua)... mentre a destra ci sono arroccate case dalle più svariate forme, colori ed epoche... poi sono scesa dalla galleria Bixio e mi sono ritrovata nella Genova del "fascio" costruzioni stile littorio, liceo classico Andrea D'Oria, giardini con le immancabili caravelle di fiori guardano Piazza della Vittoria... e via per Viale Brigate Partigiane che lavori infiniti rendono illeggibile ma sullo sfondo, verso il mare, imponenti grattacieli, a passo leggero, oscurano per un attimo l'orizzonte...
poi sono risalita da Via XX settembre, con i suoi negozi, i suoi turisti,
con i suoi genovesi che vanno al Mercato Orientale, dove banchetti di frutta, verdura, pesce, carne fanno bella mostra e molta gola...
poco più avanti un profumo di pasticceria ci porta nel mondo della torta più tipica  e buona di Genova...
mille volte incontri il profumo della focaccia, dai ragazzini che chiacchierano che hanno la loro fetta di focaccia in mano, le signore... i gentiluomini agghindati... la focaccia è l'universale amore culinario di chi viene a Genova...
poi sono risalita da Galleria Mazzini, con i suoi banchetti del mercato dell'antiquariato... o dei libri... coi suoi marmi lucidi e la sua copertura in ferro e vetro...
e via su da piazza Corvetto e poi da Via Assarotti, dove i paazzi sono più alti alla base e meno alti alla cima per sottolineare maggiormente la prospettiva della via in salita, e dove, se ti volti verso il mare, lo vedi... e vedi per un'attimo quell'orizzonte infinito che solo il mare può dare...

"Genova...un grande fiore posato sulla terra con i petali formati dalle mura e dalle porte, che prende vita dal mare e si adagia, aprendosi sempre di più, sulle colline. E il calice di questo fiore è la città vecchia, ancora attiva come lo era ai tempi dei tempi..."  George Byron 1822

domenica 18 settembre 2011

mercoledì 14 settembre 2011

si ricomincia...

... dopo 3 mesi di vcanza è ricominciata la SCUOLA...
dal giorno 12 settembre è ricominciata la solita routine...
la cartella nuova, i quadernoni, i libri, l'astuccio del mio piccolo-grande D. che sorridente ha varcato la soglia della 3a elementare...
quest'anno nuove materie lo aspettano e troverà le risposte corrette a molti dei suo infiniti PERCHE'...
si perchè il perchè non è una fase dei 2 anni è una fase che persevera e continua continua continua e le mamme e i papà sembrano una grossa enciclopedia... dovresti sempre sapere la risposta aisuoi 1200 perchè quotidiani...
invece il medio-piccolo T. ha sfoggiato un bello zainettino nuovo di Cars, rigorosamente rosso, ha messo le sue scarpette brilluccichine (si accendono delle lucine mentre cammina) ed ha fatto il suo ingresso nella classe dei medio grandi alla scuola materna... beh diciamo che il momento del distacco riesce a fargli esprimere al meglio le sue doti melodrammatiche, fa andar via la mamma col cuore piccolo piccolo... comunque ce la faremo... anche coi pianti e le dipserazioni, nell'attesa che prenda consapevolezza che la scuola materna non è un brutto incubo (peraltro dopo che io me ne vado lui gioca  e partecipa allegro e pimpante... sgrunt)
buon inzio cucciolotti!!!!

mercoledì 7 settembre 2011

non sto pensando a niente...

Non sto pensando a niente

Non sto pensando a niente,
e questa cosa centrale, che a sua volta non è niente,
mi è gradita come l'aria notturna,
fresca in confronto all'estate calda del giorno.
Che bello, non sto pensando a niente!
Non pensare a niente
è avere l'anima propria e intera.
Non pensare a niente
è vivere intimamente
il flusso e riflusso della vita...
Non sto pensando a niente.
E' come se mi fossi appoggiato male.
Un dolore nella schiena o sul fianco,
un sapore amaro nella bocca della mia anima:
perché, in fin dei conti,
non sto pensando a niente,
ma proprio a niente,
a niente...

- Fernando Pessoa

mercoledì 31 agosto 2011

frasi celebri_2

"Il cuore di una donna è sfuggente come una goccia d'acqua su una foglia di loto." (Proverbio cinese)

La forza delle donne deriva da qualcosa che la psicologia non può spiegare. Gli uomini possono essere analizzati, le donne... solo adorate. (Oscar Wilde)

"Nel tuo esserci l'incanto dell'essere,
... la vita, tua storia,
segnata dal desiderio d'essere semplicemente donna!
Nel tuo corpo porti, come nessun altro, il segreto della vita!
Nella tua storia la macchia dell'indifferenza,
della discriminazione, dell'oppressione…
In te l'amore più bello, la bellezza più trasparente,
l'affetto più puro che mi fa uomo!
(Eliomar Ribeiro de Souza)


E' svegliandosi che si realizzano i sogni. R.Benigni

Non perdere tempo a discutere con gli sciocchi e i chiaccheroni: la parola ce l’hanno tutti, il buon senso solo pochi. (Catone)

Il vero amore non è né fisico né romantico.
Il vero amore è l'accettazione di tutto ciò che è,
è stato, sarà e non sarà.
(Kahlil Gibran)


Il nostro errore più grande è quello di cercare negli altri le qualità
che non hanno, trascurando di esaltare quelle qualità che invece
realmente possiedono.
(Marguerite Yourcenar)


Ci sono poche certezze nella vita. La prima è che a Pasquetta piove. Poi, che se hai solo un weekend per andare al mare avrai certamente il ciclo, che dove c'è un vigile c'è un ingorgo, e che a Sanremo, crollasse il mondo, ci saranno sempre due vallette: la bionda e la mora. (L. Littizzetto)

Non esiste nulla che sia un problema senza un dono tra le mani,
tu cerchi problemi perchè hai bisogno di doni ...(
Richard Bach)


"Ciò che è fuori è anche dentro; e ciò che non è dentro non è da nessuna parte"."Per questo viaggiare non serve. Se uno non ha niente dentro, non troverà mai niente fuori. È inutile andare a cercare nel mondo quel che non si riesce a trovare dentro di sé". TIZIANO TERZAN

Non si deve mai dire a un bambino che i sogni sono sciocchezze:sarebbe una tragedia se lo credesse."(Paulo Coelho)

"Certe madri hanno bisogno di figli pestiferi, altrimenti la loro bontà di madri non può manifestarsi." Nietzsche

"Un pessimista vede la difficoltà in ogni nuova opportunità, l'ottimista vede opportunità in ogni difficoltà." W. Churchill


A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio. [ Oscar Wilde ]

La vita è il fiore per il quale l'amore è il miele. [ Victor Hugo ]

C'è sempre la possibilità di vivere in modo diverso. È la paura del giudizio degli altri che impedisce di decidere con la
propria testa.
(Sergio Bambarén)


Esistono solo 2 tipi di persone realmente affascinanti: quelle che sanno proprio tutto e quelle che non sanno proprio niente... - Oscar Wilde

"C'è chi aspetta la pioggia per non piangere da solo" F. De Andrè
l'arte della vita sta nell'imparare a soffrire e nell'imparare a sorridere. H.HESSE
Non guardare indietro: potresti ricordare qualcosa di bello che non tornerà più. Non guardare avanti: potresti immaginare qualcosa di bello che non arriverà mai. Chiudi gli occhi e riaprili solo quando avrai il coraggio di guardare indietro senza piangere e guardare avanti sorridendo. (Anonimo)

giusto per non smentirmi come architetto:
"Amate l’architettura perché siete italiani,
o perché siete in Italia.
L’Italia l’han fatta metà Iddio e metà gli Architetti.
Iddio ha fatto pianure, colli, acque e cieli.
Ma i profili di cupole facciate cuspidi e torri e case, di quei colli e di quei piani, contro quei cieli, le case sulle rive che fanno leggiadre le acqu...e dei laghi e de fiumi e dei golfi in scenari famosi
son cose create dagli Architetti.
A Venezia poi, Dio ha fatto solo acque e cielo, e senza intenzioni, e gli Architetti han fatto tutto”
(Gio Ponti, Amate l’Architettura, 1957)"


giovedì 25 agosto 2011

La ristrutturazione della casa dei signori G



Eccomi con alcune foto della ristrutturazione della casa dei Signori G., un bellissimo lavoro e un ottimo risultato vista anche la grande attenzione, eleganze e cura dei particolari che contraddistingue i proprietari. Solo un assaggio di qualche foto... quelle ufficiali arriveranno a ultimazione lavori e col completamento anche degli accessori...


















a seguire aggiungerò altre foto...
eccone ancora qualcuna


                                                                                        






una gran soddisfazione per il risultato ottenuto!

martedì 23 agosto 2011

Un regalo da Tiffany di Melissa Hill

Un romanzo che scorre benissimo, una scrittura accattivante, per niente scontata che ti fa letteralmente "divorare" il libro...
è la storia di due uomini che comprano, la vigilia di Natale, un regalo per le loro ripettive fidanzate da Tiffany sulla Fifth Avenue a New York......
uno compra un regalo dell'ultimo minuto, quasi banale souvenir, da un centinaio di dollari, mentre l'altro compra un brillante da due carati del valore di 20.000 dollari...
per uno scherzo del destino le fidanzate si troveranno tra le mani i regali sbagliati... allora il proprietario del brillante dovrà cercare di recuperarlo anche se non sarà per nulla facile...
l'epilogo è davvero inaspettato...
un romanzo molto piacevole...!!!!

giovedì 18 agosto 2011

Castello di Fenis

pietre che creano architettura...
elementi che hanno visto secoli di storia... 
questo è sempre stato un castello-residenza, 
all'interno, dov'è vietato fotografare, non ci sono più gli arredi ma rimangono gli splendidi affreschi tra i quali spicca San Giorgio che uccide il drago... 
all'esterno è un castello dove regna incontrastata la pietra con solo un piccolo balcone in legno... 
la visita è solo guidata ogni 15 minuti in estate, e in mezz'ora viene spiegata, con accuratezza, la storia del maniero.
Merita una visita passando per la Valleè!







per approfondimenti: http://www.regione.vda.it/turismo/scopri/cultura/castelli/fenis_i.asp

mercoledì 17 agosto 2011

Genova

Il luogo delle vacanze è un pò magico già quando stai pochi giorni... già ti pensi a vivere lì per sempre, cercarci un lavoro... perchè di solito i luoghi di villeggiatura quando ci vai in vacanza sono sempre belli, affascinanti, sereni... poi credo che ovunque quando c'è lavoro, scuola, vivere quotidiano non sia mai rose e fiori...
io sono un'affezionata turista della Valleè... da tutta la vita direi, e per quanto qualche volta, anzi tutte le volte che ci vado, mi sia balenata in testa l'idea di trasferirmici, immancabilmente poi torno al mio mare...
certo là la vita è più a misura d'uomo, hanno delle villette romanticissime con arredi coccolosi e caldi, focolari avvolgenti, panorami stupendi ma... come posso rinunciare a  guardare il mare, infinito e libero davanti a me?
Il mare con i suoi tramonti, con le sue sfumature, con i suoi misteri e le sue possibilità. le sue temperature, perchè il clima di qui ce lo invidiano in molti e lo dimostrano le ore di coda che si fanno ogni week-end i turisti sulle autostrade liguri...
poi c'è la mia Genova... abbarbicata sui monti che la circondano, con le sue strade strette, coi suoi vicoli tortuosi, con i suoi palazzi dipinti, con le Chiese a righe, con le immense navi da crociera che modificano lo skyline cittadino, con i forti che la proteggono, con i fiori che arricchiscono i balconi...

 con la sua Lanterna

 

Lanterna de Zena
l’è faeta a trei canti

Maria co-i guanti
lasciaela passà!

A tr’oue de neutte
e tutti l’han vista

a fava a fiorista
vestia da mainà.

Cattaeghe ‘na roba
cattaeghe un merletto

cerchaeghe un ometto
pe fala ballà!