shabby...

Lo stile shabby indica un mobile o un oggetto usato, recuperato e lasciato della tonalità legno oppure dipinto con tinte chiare, lasciando i segni del tempo passato...
predilige nelle sue ambientazioni tinte chiare... bianchi, crema...
ed è accogliente, vissuto, romantico...

domenica 28 febbraio 2016

ritorno...

Dopo un anno esatto di assenza dal blog,
grazie ad un'amica che mi ha chiesto di scrivere un articolo sull'arredo Shabby ho riguardato il mio blog e devo dire che mi piaceva, mi mancava persino un pò...
ora ho una pagina facebook professionale:
https://www.facebook.com/architettolauralisbo/?ref=hl

ma questo è il mio angolino...
e mi piace tornare...
sempre via pinterest vi metto qualche fotina carina!!!






martedì 21 gennaio 2014

Case delle bambole

eccomi di ritorno dopo tanto tempo con una carrellata di foto tratte da pinterest sulle "case di bambola"...
un piccolo sogno nel cassetto di quand'ero bambina...
che poi in verità avevo pure una casetta delle bambole molto bella...
peccato che non ho una foto nè un ricordo...
comunque vi posto queste che mi piacciono molto:






martedì 24 dicembre 2013

Buon Natale!!!

E' tantissimo che nons cirvo sul mio adorato blog,
ma quest'anno ho avuto molto da fare e purtroppo il blog è passato ins econdo, anzi che dico in 51° piano...

vi abbraccio e vi faccio tanti auguri con la mia ultima creazione:

Buon Natale!!!

lunedì 21 gennaio 2013

l'architetto

« L'architettura, disciplina dell'edificare, sceglie, dirige e giudica i contributi pratici e teorici di molte altre scienze ed arti. (…) il vero architetto dovrà possedere doti intellettuali e attitudine all'apprendere… Sia perciò competente nel campo delle lettere e soprattutto della storia, abile nel disegno e buon matematico; curi la sua preparazione filosofica e musicale; non ignori la medicina, conosca la giurisprudenza e le leggi che regolano i moti degli astri...
Dal momento che dunque questa disciplina è così importante, supportata e arricchita da numerose e svariate forme di cultura, non credo che possano definirsi subito a buon diritto architetti, se non coloro che siano giunti alla vetta suprema dell'architettura dopo esser stati nutriti della conoscenza della maggior parte della letteratura e dell'arte, attraverso la salita per questi gradi delle discipline. Ma forse sembrerà sorprendente agli inesperti che una natura umana impari alla perfezione un numero così grande di insegnamenti e li conservi nella memoria. Quando però avranno constatato che tutte le discipline hanno tra loro una sostanziale comunanza di oggetti, si convinceranno che può accadere facilmente; una cultura enciclopedica infatti è come un corpo unico composto da queste membra. »
(Vitruvio, architetto del I secolo a.C., De architectura)

peccato che ad oggi l'architettura tra tutte le arti ma soprattutto le professioni è quella meno considerata.

mercoledì 9 gennaio 2013

Letti alcova o "alcove beds"

Eccoci qua, il primo post del 2013 dopo questa lunga assenza, voglio dedicarlo ad un mio sogno di bambina, il LETTO ALCOVA...
ero piccola che sognavo uno spazio mio, vicino alla finestra, possibilmente chiuso da tendine dove avrei potuto leggere, sognare, pensare...
un angolo MIO...
oggi, curiosando nel magico mondo di Pinterest, neho trovato moltissimi esempi bellissimi...
ve li ripropongo sperando che anche a voi facciano lo stesso effetto che  a me...

BUON ANNO  a tutti!!!


















lunedì 26 novembre 2012

e' proibito...

È proibito piangere senza imparare, svegliarti la mattina senza sapere che fare, avere paura dei tuoi ricordi.
È proibito non sorridere ai problemi, non lottar

e per quello in cui credi e desistere, per paura. Non cercare di trasformare i tuoi sogni in realtà.
È proibito non dimostrare il tuo amore, fare pagare agli altri i tuoi malumori.
È proibito abbandonare i tuoi amici, non cercare di comprendere coloro che ti stanno accanto e chiamarli solo quando ne hai bisogno.
È proibito non essere te stesso davanti alla gente, fingere davanti alle persone che non ti interessano, essere gentile solo con chi si ricorda di te, dimenticare tutti coloro che ti amano.
È proibito non fare le cose per te stesso, avere paura della vita e dei suoi compromessi, non vivere ogni giorno come se fosse il tuo ultimo respiro.
È proibito sentire la mancanza di qualcuno senza gioire, dimenticare i suoi occhi e le sue risate solo perché le vostre strade hanno smesso di abbracciarsi.
Dimenticare il passato e farlo scontare al presente.
È proibito non cercare di comprendere le persone, pensare che le loro vite valgono meno della tua, non credere che ciascuno tiene il proprio cammino nelle proprie mani.
È proibito non creare la tua storia, non avere neanche un momento per la gente che ha bisogno di te, non comprendere che ciò che la vita ti dona, allo stesso modo te lo può togliere.
È proibito non cercare la tua felicità, non vivere la tua vita pensando positivo, non pensare che possiamo solo migliorare, non sentire che, senza di te, questo mondo non sarebbe lo stesso.

Pablo Neruda

sabato 24 novembre 2012

piccoli cottage tra la neve

quando si pensa alla tranquillità e alla serenità si immagina sempre (in inverno) un piccolo cottage tra la neve...
quelli dei film con dentro un pò di arredi vecchi, un pò antichi, con un bel camino acceso, con la torta nel forno che profuma di mele e cannella...
e fuori gli alberi spogli ricoperti di bianca, soffice neve...
sono immagini che scaldano il cuore...
soprattutto nel grigio freddo delle città d'inverno...
 una serie di immagini via pinterest che spero scaldino il cuore anche a voi...